Donne che fumano sigarette elettroniche

Donne che fumano: l’importanza di smettere di fumare

In crescita il numero di donne che fumano in Italia.

In decisa controtendenza rispetto a ciò che sta accadendo per quanto riguarda gli uomini che, invece, si stanno allontanando progressivamente dal fumo di sigaretta.

Proviamo a scoprire il perché di un numero sempre crescente di donne che fumano e, soprattutto, il motivo di questo trend.

Donna che fuma le sigarette: scopriamo i rischi

Una donna che fuma, come detto, è una costante sempre più diffusa nel nostro paese.

Se fino a qualche decennio fa il fumo di sigaretta era diffuso soprattutto tra la popolazione maschile, oggi le donne che fumano sono presenti praticamente ovunque.

Attualmente si stima che le donne fumatrici in Italia siano circa 5,6 milioni.

Diverse le ricerche che hanno evidenziato l’aumento di malattie femminili causate dal consumo di tabacco.

Seconde le indagini condotte, la percentuale maggiore di donne che fumano vivono al sud e sono di condizione socioeconomica medio-alta.

Le ricerche rivelano che le donne che fumano lo fanno durante le pause dal lavoro o dagli impegni domestici e il consumo maggiore di tabacco avviene nelle ore pomeridiane e serali.

La maggior parte ha rivelato di avere iniziato a fumare per semplice curiosità o durante un periodo di difficoltà personale e di farlo per affrontare meglio lo stress e l’ansia di ogni giorno.

Inutile dirlo: pessima abitudine.

 

Perché il fumo fa male

Ecco perché il fumo fa male.

Il fumo provoca danni alla salute per tutti: giovani, adulti, donne, anziani.

Oltre a determinare evidenti inestetismi come invecchiamento precoce della pelle, denti gialli, il fumo provoca malattie cardiovascolari, oncologiche e respiratorie molto gravi.

E poi osteoporosi e disturbi ormonali, solo per citare soltanto alcune delle patologie più note.

 

Donna che fuma: i vantaggi di smettere di fumare

La soluzione per evitare tutto ciò è una sola: non fumare.

Smettendo una volta per tutte con il fumo di sigaretta è possibile attenuare gli effetti dannosi generati dal tabacco.

Prima si smette di fumare e prima si consente al proprio organismo di ridurre il numero di sostanze nocive presenti in esso.

Ma smettere di fumare una volta per tutte non è sempre facile.

Soprattutto, molte donne non ci riescono.

Secondo varie ricerche molte donne non provano neppure a smettere di fumare perché convinte che sia troppo difficile riuscire a farlo.

Ragion per cui molte di esse rimandano costantemente il tentativo di provare a smettere di fumare.

In realtà, se vi è la reale volontà di smettere di fumare ci sono diverse soluzioni che possono aiutare non poco nel tentativo di smettere di fumare.

Una su tutte è la possibilità di utilizzare la sigaretta elettronica.

Tra i tanti rimedi a disposizione dei fumatori per cercare di smettere di fumare, quello della sigaretta elettronica è di gran lunga quello che ha prodotto i risultati più incoraggianti.

Capacità, quella della sigaretta elettronica di riuscire ad allontanare sempre più fumatori dal tabacco, evidenziata da diverse ricerche sia italiane che straniere.

È nel passaggio graduale dalla nicotina da tabacco alla nicotina da svapo, che la sigaretta elettronica ha il suo grande punto di forza.

L’e-cig, infatti, consentono di ridurre progressivamente la percentuale di nicotina assunta ogni giorno a fronte di quello che, altro non è, che aroma vaporizzato.

Il tutto senza dover rinunciare alla gestualità di aspirare e a quell’insieme di ritualità proprie dei fumatori.

Insomma, se la cosiddetta “bionda” è donna, non può essere di certo più forte di una donna che è ha deciso, per smettere di fumare, di puntare su una complice insostituibile, quale la sigaretta elettronica.

Per cui: determinazione e smettete una volta per tutte di fumare.

Il tutto a vantaggio della vostra salute e di chi vi circonda!

No Responses

Write a response