cicche di sigarette danni

Cicche di sigarette: un danno incredibile per l’ambiente

Cicche di sigarette: un danno per l’ambiente e il territorio davvero notevole.

Il fumo di sigarette non è dannoso solo per la salute dei fumatori e delle persone intorno.

Le cicche di sigarette sono un vero e proprio rifiuto tossico.

Le sigarette sono intrise di sostanze chimiche altamente dannose, per la salute dell’uomo oltre che per l’ambiente, anche dopo che si è gettato via il cosiddetto mozzicone.

Il filtro sigaretta, infatti, è una minaccia per l’ambiente anche dopo la combustione.

Il mozzicone di sigaretta, una volta buttato via, rappresenta una minaccia per l’ambiente che non può essere ignorata.

A ben vedere, gli effetti nocivi del fumo di sigaretta, si sviluppano a livelli differenti: per la salute dei fumatori, per i fumatori passivi e per l’ambiente.

 

Mozziconi di sigarette e sostanze nocive

Non tutti sanno che i mozziconi di sigarette, una volta buttati via, acquisiscono quella classica colorazione giallastra che è indicativa di tutte quante le sostanze cancerogene assunte da chi fuma.

Sono circa quattromila, infatti, le sostanze nocive immesse nell’ambiente quando si accende una sigaretta e anche dopo, quando che si è buttato via il filtro.

Una percentuale di queste sostanze nocive rimane imprigionata nel filtro, rendendo altamente inquinanti le cicche di sigarette che a noi tutti sembrano innocue.

Il livello di pericolosità delle cicche di sigarette per l’ambiente è alquanto allarmante.

I mozziconi di sigarette contengono: nicotina, gas tossici, catrame, polonio, acetato di cellulosa e composti organici vari.

Tutte queste sostanze nocive, se non smaltite nel modo più opportuno, provocano danni molto gravi a persone e ambiente.

Viene da sé, quindi, che le cicche di sigarette vanno inserite nella lista dei rifiuti tossici altamente inquinanti.

E, in quanto rifiuti tossici, vanno opportunamente trattati.

Nel nostro paese il numero di fumatori supera gli 11 milioni, ovvero quasi il 22% della popolazione.

Facendo un breve calcolo, considerando che ogni fumatore accende una quindicina di sigarette in media al giorno, possiamo vedere come sono oltre centosessanta milioni il numero di filtri di sigarette che quotidianamente infestano il nostro territorio.

 

Mozziconi di sigarette un danno enorme

I mozziconi di sigarette, da molti fumatori tradizionali, sono visti come un rifiuto che non arreca danno all’ambiente.

Niente di più sbagliato.

Le cicche di sigarette  infestano ogni angolo della nostra penisola.

Ciò, ovviamente, oltre a creare danno all’ambiente determina conseguenze negative sotto tanti altri aspetti.

Non ultimo quello relativo alla tutela dello straordinario patrimonio culturale e storico del nostro paese.

 

Sigarette elettroniche: una soluzione per tutelare l’ambiente

Utilizzare le sigarette elettroniche vuol dire non soltanto preservare la propria salute e il proprio benessere dai danni legati al fumo di sigaretta.

Passare alla sigaretta elettronica vuol dire anche preservare la salute di coloro che ci sono intorno e dell’ambiente in cui viviamo.

Niente mozziconi e niente materiale di scarto: paragonata alla sigaretta tradizionale quella elettronica risulta molto meno nociva per il pianeta.

 

Come smaltire la sigaretta elettronica?

Il solo rifiuto che la sigaretta elettronica produce è la sigaretta elettronica  stessa.

In particolare è la batteria ricaricabile che deve essere smaltita, in maniera non molto diversa da qualsiasi altro rifiuto tecnologico.

Le batterie delle sigarette elettroniche, quindi, non vanno trattate alla stregua dei rifiuti della raccolta indifferenziata.

Piuttosto vanno consegnate all’isola ecologica o restituite al negoziante, che è tenuto a ritirarle gratuitamente a fronte dell’acquisto di un altro prodotto.

Discorso uguale per il cleromizzatore, il componente della sigaretta elettronica sostituito con maggiore frequenza.

Cosa aspetti a passare alle sigarette elettroniche?

Le sigarette elettroniche sono la soluzione ideale per te stesso, pe coloro che ti circondano e per l’ambiente.

 

No Responses

Write a response